È aperta dal 12 al 20 maggio all’Oratorio dei Teatini la mostra collettiva organizzata dalla sezione di Bologna dell’Unione italiana lotta alla distrofia muscolare.

Una mostra collettiva, con le opere di pittura, scultura e grafica realizzate da maestri del Novecento e da artisti contemporanei, legati al territorio e alla città di Bologna. Inaugura sabato 20 maggio alle ore 16.00, all’Oratorio dei Teatini della Chiesa dei Santi Bartolomeo e Gaetano (strada Maggiore 4, Bologna), la mostra organizzata dalla sezione locale della Uildm (Unione italiana lotta alla distrofia muscolare). La mostra ha lo scopo di raccogliere fondi attraverso la vendita delle opere per la realizzazione di nuovi progetti a favore delle persone distrofiche e dei loro familiari.
La Uildm di Bologna ha sempre valorizzato il legame tra arte, cultura e distrofia muscolare. La sezione provinciale è infatti intitolata a Carlo, Innocente e Mario Leoni, tre artisti distrofici che sono stati tra i suoi fondatori. L’associazione continua tuttora a promuovere iniziative e progetti artistici per alimentare, attraverso la cultura, la  solidarietà attorno alla distrofia muscolare. Le storie dei fratelli Leoni e dei loro percorsi come pittori, scultori e poeti, dimostrano inoltre che l’arte può essere, per un persona con disabilità, uno strumento importante di espressione e affermazione. 

L’esposizione all’Oratorio dei Teatini, aperta fino al 20 maggio, presenta le opere di 19 artisti tra grafici, pittori e scultori. In mostra le incisioni di Carlo Leoni, Luciano De Vita, Tono Zancanaro, Aldo Borgonzoni e Quinto Ghermandi, la pittura paesaggistica di Paola Mayer Pozzi, Gilberto Sanmartini, Vito Ferrari e Maria Grazia Govoni Bagnolati, fino ai dipinti a olio del colombiano  Jairo Rojas Garavito. Si potranno inoltre ammirare (e acquistare) le opere di Virgilio Guidi e di Ernesto Treccani, i bronzi e le litografie di Nino Beghelli, i ritratti di Daniela Ferri, gli oli e le acqueforti di Daniela Martini e le sculture di Giovanni Battaglia.

I proventi delle vendite delle opere saranno utilizzati per rafforzare le attività di assistenza della Uildm a favore dell’autonomia e della qualità della vita delle persone con distrofia muscolare. La mostra è aperta tutti i giorni dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Ingresso libero.

Per informazioni:
Uildm - sezione di Bologna, tel. 051 266013, sito www.uildmbo.org, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Oratorio dei Teatini, tel. 051 227692.



Mostra collettiva per la Uildm

Luogo:
Oratorio dei Teatini, chiesa di San Bartolomeo, strada Maggiore 4, Bologna

Data:
Dal 12 al 20 maggio 2012, inaugurazione sabato 20 maggio, ore 16.00

Artisti:

Orari:
tutti i giorni dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 19
Ingresso libero

Domenica 27 maggio, la Uildm di Bologna organizza la ventiduesima edizione del “Concerto per Tina”. Si esibisce il Trio Radiomarelli, orchestra swing che reinterpreta la tradizione jazz e classica del ‘900. L’ingresso a offerta libera, il ricavato a favore dell’assistenza alle persone con distrofia muscolare
Spettacolo, solidarietà e divertimento all’insegna dello swing italiano del Trio Radiomarelli, per onorare la memoria di Tina Rossi e raccogliere fondi a favore dei progetti di assistenza della Uildm di Bologna. È il “Concerto per Tina”, che quest’anno giunge alla sua ventiduesima edizione, in programma domenica 27 maggio alle 16.30 nella sala della Meridiana del Museo della tappezzeria di Villa Spada, in via di Casaglia 7. 

Giuseppina Rossi detta Tina, scomparsa nel 1990, è stata una donna di grande tenacia. Ha lavorato come operaia, è stata delegata sindacale presso il comune di Bologna fino all’anno della sua morte, e soprattutto è stata un’educatrice. Si è dedicata all’assistenza dei ragazzi disabili insieme ai neuropsichiatri e assessori Alessandro Ancona e Nino Loperfido. Suo figlio, Bruno Alvisi, affetto da distrofia muscolare, si è spento nel 2010, ma ha trasmesso alla sua ampia rete di amici, al padre Roberto e alla sorella Stefania l’esperienza e la curiosità per proseguire nel sostegno alla disabilità.

Il concerto di quest’anno restituirà al pubblico il gusto dell’intrattenimento delicato che spopolava fino alla metà del novecento. Il Trio Radiomarelli è composto dai talenti vocali e musicali di Daniele Zamboni, che si occupa anche di chitarra e arrangiamenti, del violinista Francesco Giorgi e del violoncellista Pedro Judkiwski. Il loro stile è una rielaborazione di quello dei loro nonni, musicisti dell’orchestra jazz anni ’30 Timbuctu. Attraverso un viaggio nei ricordi, personali e collettivi, il terzetto proporrà un repertorio musicale elegante e complesso, da assaporare con il piacere della lentezza.

L’esibizione si terrà nella splendida cornice collinare di Villa Spada. Il museo della Tappezzeria è completamente privo di barriere architettoniche: le carrozzine potranno accedervi attraverso il percorso che passa per il parco della Villa. Prima del concerto, che è previsto per le 16.30 nella sala della Meridiana, i visitatori potranno ammirare i reperti esposti nelle sale del museo, che sarà aperto a partire dalle 14.30.  

L’ingresso al concerto è libero. Tutte le offerte raccolte nel corso della giornata saranno utilizzate dalla Uildm di Bologna per finanziare nuovi progetti e nuove attività di assistenza per le persone affette da distrofia muscolare e per chi sta loro vicino.


-----------------------------
Per informazioni: 
Uildm – sezione di Bologna, tel. 051 266013, sito www.uildmbo.org, e-mail info uildm bologna