È aperta dal 12 al 20 maggio all’Oratorio dei Teatini la mostra collettiva organizzata dalla sezione di Bologna dell’Unione italiana lotta alla distrofia muscolare.
Una mostra collettiva, con le opere di pittura, scultura e grafica realizzate da maestri del Novecento e da artisti contemporanei, legati al territorio e alla città di Bologna. Inaugura sabato 20 maggio alle ore 16.00, all’Oratorio dei Teatini della Chiesa dei Santi Bartolomeo e Gaetano (strada Maggiore 4, Bologna), la mostra organizzata dalla sezione locale della Uildm (Unione italiana lotta alla distrofia muscolare). La mostra ha lo scopo di raccogliere fondi attraverso la vendita delle opere per la realizzazione di nuovi progetti a favore delle persone distrofiche e dei loro familiari.
La Uildm di Bologna ha sempre valorizzato il legame tra arte, cultura e distrofia muscolare. La sezione provinciale è infatti intitolata a Carlo, Innocente e Mario Leoni, tre artisti distrofici che sono stati tra i suoi fondatori. L’associazione continua tuttora a promuovere iniziative e progetti artistici per alimentare, attraverso la cultura, la  solidarietà attorno alla distrofia muscolare. Le storie dei fratelli Leoni e dei loro percorsi come pittori, scultori e poeti, dimostrano inoltre che l’arte può essere, per un persona con disabilità, uno strumento importante di espressione e affermazione. 
 

Le-Farfalle-della-Solidarietà-300x253Fino a domenica 8 aprile, i volontari dell’Unione italiana lotta alla distrofia muscolare nelle piazze e nei centri commerciali di Bologna e provincia per raccogliere fondi a favore dello sport accessibile. Sms solidali al numero 45503. Lo sport per promuovere lo sviluppo personale e l’indipendenza, migliorare la qualità della vita, favorendo le esperienze di confronto e di crescita. È dedicata a sport e disabilità l’ottava Giornata nazionale della Uildm (Unione italiana lotta alla distrofia muscolare) in programma fino a domenica 8 aprile a Bologna e in centinaia di piazze italiane.