bottone-concorsoVenerdì 27 maggio si è svolta la premiazione del concorso "Prestami la tua mano per il mio sogno" organizzato dalla UILDM per far incontrare sceneggiatori disabili e giovani disegnatori. I VINCITORI DEL CONCORSO.
Le opere in esposizione fino al 4 giugno presso la sala Eureka del centro Lame. I disegnatori ci hanno messo le matite, le sceneggiature sono invece dei ragazzi con disabilità della UILDM di Bologna. Il risultato? Fumetti solidali ispirati a storie di vita, d’integrazione oppure al mondo fantasy. .

Organizzato dalla sezione bolognese della UILDM in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato VOLABO il concorso (http://sites.google.com/site/fumettouildm ha offerto a ragazze e ragazzi con distrofia muscolare la possibilità di raccontarsi, esprimere la propria creatività e fare anche nuove amicizie, conoscendo fumettisti e illustratori, non solo di Bologna.
 
"Considerando che era la prima volta che organizzavamo un'iniziativa di questo tipo, il concorso è andato molto bene, oltre ogni nostra aspettativa - spiega Annalisa Frascari, consigliera 26enne della UILDM bolognese - è stato accolto con interesse, tanto che hanno partecipato giovani fumettisti provenienti anche da altre città italiane. Anche gli elaborati finali sono di ottima qualità: sono tutti diversi fra loro per quanto riguarda lo stile, dimostrano capacità personali e ricerca interpretativa".
 
Alla premiazione dei vincitori del concorso hanno partecipato alcuni membri della giuria, composta da Stefano Andreoli, Stefano Borgato della redazione di DM, periodico della UILDM Nazionale, il fumettista Tullio Boi, il pittore e disegnatore Paolo Malgrati, il capo ufficio stampa e redattore per la casa editrice Coconino Press Luca Baldazzi e Pietro Scarnera, giornalista e autore. Nove i fumetti che disegnatori e sceneggiatori hanno realizzato lavorando per settimane braccio a braccio.
 
"Mi sento di dire che per tutti l'esperienza è stata positiva - continua Annalisa Frascari - I fumettisti hanno dimostrato un reale interesse e, malgrado le difficoltà legate alla distanza o alla "novità" rappresentata dall'altro, si sono rapportati con i nostri soci con disponibilità e costanza. D’altra parte i nostri sceneggiatori hanno avuto la possibilità di confrontarsi in maniera attiva attraverso un percorso creativo e di conoscenza e devo dire che in tutti i casi sono stati molto soddisfatti del risultato”. I fumetti, che saranno raccolti in un catalogo pubblicato dalla UILDM, sono molto vari sia per lo stile degli autori che per i temi affrontati. “In generale sono storie brevi – conclude la consigliera della UILDM bolognese – che attraverso diversi generi, dalla fantascienza al racconto umoristico, affrontano aspetti del quotidiano dei nostri soci. La disabilità è spesso toccata, ma sempre in maniera leggera e ironica"
 
Per maggiori informazioni: UILDM - sezione di Bologna, tel. 051 266013 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 

Guarda le foto dell'evento

Sabato 21 maggio a Villa Mazzacorati, ventunesima edizione del Concerto per Tina con l'esibizione della pianista Daniela Landuzzi. Musiche da Beethoven ad Arvo Part e una mostra con le opere di Paola Mayer Pozzi e di Carlo Leoni. Ingresso a offerta libera, il ricavato a favore della Uildm per l’assistenza alle persone con distrofia muscolare.
Sonate al pianoforte da Schubert ad Arvo Part, in un pomeriggio per ricordare una persona cara, ma anche per raccogliere fondi per l’assistenza alle persone con disabilità. E’ il programma del “Concerto per Tina 2011”, il tradizionale appuntamento di solidarietà della sezione bolognese della Uildm, organizzato da Roberto Alvisi sabato 21 maggio alle ore 16.30 a Villa Aldrovandi-Mazzacorati, (via Toscana 17).

Compagna di Roberto Alvisi e madre di Bruno, scomparso nel novembre scorso dopo aver lottato contro la distrofia muscolare, “con serena consapevolezza” come ricorda il padre, Tina Rossi è stata un’educatrice e una sindacalista e ha collaborato nell’assistenza ai ragazzi disabili con Alessandro Ancona e con Eustachio “Nino” Loperfido, entrambi neuropsichiatri e assessori sotto le Due torri.

La ventunesima edizione del “Concerto per Tina” vedrà esibirsi al piano Daniela Landuzzi, musicista formatasi con i più grandi maestri europei, brillante concertista e oggi docente di pianoforte al Conservatorio di Pesaro. Daniela Landuzzi proporrà un repertorio classico e romantico, con escursioni nel novecento storico e nella musica contemporanea, che prevede musiche di Schubert, Beethoven, Arvo Part, Ciaikowskij e Rachmaninov.

In occasione del concerto, nella sala Diana Franceschi di Villa Mazzacorati sarà inoltre allestita, nei giorni 21 e 22 maggio, una mostra delle opere di pittura e di incisione realizzate da Paola Mayer Pozzi e da Carlo Leoni. La mostra è visitabile dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Il “Concerto per Tina 2011” è organizzato con il patrocinio del Comune di Bologna – Quartiere Savena, in collaborazione con Club Diapason, associazione Cultura e arte del ‘700 e Cgil – Funzione pubblica.

L’ingresso al concerto e alla mostra è a offerta libera. Il ricavato sarà interamente devoluto alla Uildm di Bologna per sostenere progetti di ricerca scientifica e le attività di assistenza, informazione e sensibilizzazione sulla distrofia muscolare.

Per informazioni:

Uildm - sezione di Bologna, tel. 051 266013, sito www.uildmbo.org, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..