ATTENZIONE ANNULLATO EVENTO!!!

Bologna capitale della salute:
dal 15 al 17 aprile 2020 Exposanità torna sotto le due torri Bologna, 10 gennaio 2020.

Dal 15 al 17 aprile 2020 Exposanità torna sotto le due torri per una tre giorni tutta dedicata alla sanità, all’innovazione tecnologica, all’assistenza. In contemporanea con Cosmofarma (dal 17 al 19 aprile) Exposanità si conferma l’appuntamento di maggior rilievo sul territorio nazionale interamente dedicato ad uno dei settori più rilevanti del sistema paese.

In Italia, solo nel settore dei dispositivi medici, si contano 3957 imprese che afferiscono a 8 comparti principali. Ammonta a 16,5 miliardi di euro il valore del mercato tra produzione interna e export. Il 66% delle imprese è rivolto verso il Sistema sanitario nazionale: 2100 sono le imprese che producono dispositivi medici, 1655 quelle di distribuzione, 202 quelle di servizi, per un totale di circa 1,5 milioni di dispositivi medici prodotti e distribuiti nel nostro Paese. Da 8 anni consecutivi cresce anche l’export che supera quota 5 miliardi di Euro: Germania, Francia e USA sono i mercati di sbocco principali. Il settore dei dispositivi medicali occupa nel nostro Paese 76.400 persone (dati Assobiomedica).

In questi oltre 30 anni di attività, Exposanità ha dedicato attenzione e approfondimento al Servizio Sanitario Nazionale, al rapporto tra sanità e assistenza, ai processi di modernizzazione. Fondato sul concetto di universalità e sul diritto di ciascuno alla cura, il nostro Sistema sanitario è uno dei migliori al mondo e rappresenta uno dei settori più importanti della Pubblica Amministrazione. Non certo privo di contraddizioni, il SSN si trova oggi a dover affrontare sfide importanti per il suo stesso futuro: trasparenza, efficienza, sostenibilità. A Exposanità si affronteranno i temi strategici e le soluzioni per rendere sempre più efficiente non solo la gestione del Servizio Sanitario Nazionale, ma più efficaci i percorsi di cura e assistenza alla persona. A cominciare dalle persone in fragilità a cui sono dedicate tre delle iniziative speciali: anziani, disabili e bambini.

Invecchiamento della popolazione e cronicità sono i punti di maggiore criticità e certo rappresentano una sfida per la sostenibilità del sistema sanitario che si trova a dover affrontare una vera e propria rivoluzione demografica: si stima che in Italia, nel 2050, la quota di ultra 65enni ammonterà al 35,9% della popolazione. Fin da ora è quindi necessario mettere in campo rinnovate capacità organizzative, interventi sistemici urgenti, investimenti in ricerca e prevenzione e la diffusione di nuovi modelli di assistenza che non potranno prescindere dall’evoluzione del concetto stesso di invecchiamento.

“Soluzioni, prodotti e servizi per la terza età” è il titolo dell’iniziativa speciale che Exposanità 2020 dedicherà a questo tema fondamentale. In particolare sarà possibile, negli spazi espositivi della manifestazione, toccare con mano le possibilità offerte dal progetto Cohousing: un vero e proprio esempio di ambienti condivisi destinati alle persone anziane dove le aziende metteranno a disposizione tutte le innovazioni tecnologiche che consentono nuove soluzioni e vantaggi per le persone anziane che hanno scelto di condividere con altri la loro vita. All’alimentazione invece sarà dedicato il progetto Food Court. E’ noto infatti il ruolo determinante dell’alimentazione come strumento di prevenzione e cura. Ma non è sempre scontato che un’alimentazione corretta incontri i gusti e le abitudini delle persone, in particolare degli anziani. Con Food Court Exposanità cercherà di dimostrare che si può mangiare meglio, mangiando bene: gli Chef Ambassador dei fornitori di soluzioni per l’alimentazione dei pazienti anziani si alterneranno ai fornelli per far assaggiare i loro piatti forti ai professionisti del settore: gestori di strutture socio assistenziali, i direttori generali e i direttori sanitari del mondo ospedaliero pubblico e privato.

Tutta dedicata al mondo della disabilità sarà invece l’iniziativa speciale Horus: dalla palestra accessibile fino all’appuntamento tradizionale con lo sport paralimpico. Lo spazio palestra “Gym4All” è un progetto pensato per promuovere, anche attraverso l’attività fisica, possibili occasioni di integrazione e di inclusione. Inoltre nell’area dedicata alle discipline sportive, in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico – Comitato Regionale Emilia Romagna, i visitatori di Exposanità 2020 potranno assistere ad un ciclo di tornei e gare animate da protagonisti del mondo dello sport, atleti e campioni paralimpici. La terza iniziativa speciale, Hospital, offrirà una panoramica sulle più innovative apparecchiature e dispositivi medicali, per comprendere quali saranno i nuovi approcci di intervento in fase operatoria e nell’ambito della diagnostica cardiovascolare. Saranno allestite aree dimostrative e all’esperienza pratica si affiancherà un ciclo di incontri formativi organizzati con il contributo scientifico di esperti del settore. Attenzione del tutto particolare sarà riservata alla terapia intensiva neonatale: nell’ambito della critical care saranno presentate in fiera le soluzioni più innovative del settore e si potrà contribuire alla raccolta fondi destinata alla futura terapia intensiva neonatale del Policlinico Sant’Orsola Malpighi di Bologna.

Bologna capitale della salute ospiterà, con il patrocinio di Federfarma Bologna e del Comune di Bologna, la nuova edizione della Health Week: dal 13 al 19 aprile nelle farmacie della città, a condizioni agevolate, sarà possibile sottoporsi ad esami clinici. Durante la tre giorni di Exposanità, invece, sarà nuovamente attivo il progetto Cento metri per la salute, il tradizionale appuntamento che tanto successo ha riscosso presso il pubblico e grazie al quale, in fiera, si eseguiranno screening gratuiti per la prevenzione del melanoma, del tumore al seno e alla tiroide, delle malattie cardiovascolari, del diabete e dell’apparato respiratorio.

Qui tutte le informazioni per partecipare e restare aggiornati https://www.exposanita.it L’ufficio stampa 3406288237

DOMENICA 9 FEBBRAIO
dalle ore 9,30 fino alle 13.00 circa

presso le parrocchie di:

  • S. Antonio di Savena in via Massarenti 59
  • San Donnino in via San Donnino 2

vi aspettiamo numerosi!

il Banchetto delle Cose Belle e Buone

a favore della ricerca per le malattiegenetiche neuromuscolari rare